Se una persona muore e lascia il coniuge e due figli a chi va l’eredità?

L’eredità spetta a ciascuno per la quota di 1/3

Se l’asse ereditario  è  composto  dal  coniuge e due figli l’eredità viene divisa in parti uguali tra di loro,  salvo  il  diritto  di  abitazione del  coniuge superstite;  a meno  che la persona deceduta  non  abbia redatto testamento utilizzando la quota a lui disponibile,  che in  questo  caso è  di  ¼,  avvantaggiando uno degli  eredi legittimi, o destinandola ad altre persone non  necessariamente appartenenti  alla cerchia familiare.

Non sussiste, infatti, alcun divieto per il  testatore che voglia devolvere l’eredità, nella misura di  cui può disporre, in favore di altre persone al  di fuori degli eredi legittimi, purché i legittimari, la moglie i figli i genitori o i nonni,  non  subiscano  violazione della quota loro  riservata per legge.

Per prenotare un  appuntamento  e sottoporre la vostra questione potete contattare l’Avvocato Gianluca Sposato, patrocinante in  Cassazione ed esperto in diritto ereditario  e materia testamentaria