Via flaminia 466

00191 Roma

+39 06 321 7639

Per appuntamenti

Lun - Ven : 9:00 - 18:30

Disponibilità per appuntamenti

Categorie
Diritto di Famiglia

Rilascio e Rinnovo Passaporto dell’ex Coniuge

Rilascio e Rinnovo Passaporto dell'ex Coniuge

Per il rilascio ed il rinnovo del passaporto dell’ex coniuge si applica la normativa sui passaporti, in particolare gli articoli 3 e 12 della Legge n. 1185 del 21/11/1967 e successive modifiche.

Come deve fare il coniuge separato per il rinnovo del passaporto?

Il coniuge separato con figli minori che voglia recarsi in vacanza all’estero, può incontrare limiti nella volontà dell’altro coniuge sia in presenza di separazione giudiziale che di separazione consensuale.

Uno dei motivi principali è che, da tale allontanamento, il coniuge separato tema per il futuro il mancato mantenimento da parte di chi vi sia tenuto.

Sia il rilascio che il rinnovo del passaporto da parte di chi si trovi in Italia come all’estero sono subordinati alla prova che il titolare abbia adempiuto, e potrà per il futuro adempiere, agli obblighi di mantenimento verso i figli, o verso il coniuge.

Passaporto e violazione degli obblighi di assistenza familiare

Il giudice tutelare per il rilascio e rinnovo del passaporto all’ex coniuge dovrà valutare si vi sia stata già una sentenza di condanna ex art 570 del codice penale per violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Ovvero se l’omissione sia stata effettiva da parte dell’obbligato, ad esempio perché temporaneamente impedito, ovvero se ragioni di lavoro e salute possono legittimare l’autorizzazione.

La CEDU nel 2014 ha chiarito che è illecito ritirare e/o negare il passaporto ad un padre perché non paga gli alimenti ai figli, ravvisando una  ipotesi di violazione della libertà di movimento.

Condizioni per il rilascio e rinnovo del passaporto al coniuge separato

Il Giudice deve valutare la corrispondenza del mancato assenso al rilascio e rinnovo del passaporto all’ex coniuge all’interesse del minore, nel caso di  separazione giudiziale o consensuale con figli minorenni.

In parole più semplici, il compito del Giudice è quello di esaminare i motivi posti a fondamento del mancato rilascio dell’assenso da parte di un genitore.

Se ritiene che il rilascio o rinnovo del passaporto sia pregiudizievole degli interessi del minore, il Giudice rigetterà l’istanza.

Qualora invece ritenga che non vi siano pregiudizi per il minore o che, più semplicemente, il rifiuto di un genitore sia pretestuoso, allora accoglierà l’istanza ed emetterà un decreto autorizzativo.

Con l’autorizzazione del giudice si supera, pertanto, il problema del rifiuto di un genitore e permettere all’altro che ha depositato l’istanza di ottenere il rilascio, o il rinnovo del passaporto per sé e per  i figli.