Via flaminia 466

00191 Roma

+39 06 321 7639

Per informazioni e appuntamenti

Lun - Ven : 9:00 - 18:30

Disponibilità per appuntamenti

Via flaminia 466

00191 Roma

+39 06 321 7639

Per informazioni e appuntamenti

Lun - Ven : 9:00 - 18:30

Disponibilità per appuntamenti

Categorie
acquisizione-e-cessioni-immobiliari

Supporto in progetti di sviluppo immobiliare e finanziario

Supporto in progetti di sviluppo immobiliare e finanziario

Lo  studio legale Sposato,  avvalendosi  di una rete di professionisti altamente qualificati  con competenze diversificate nei settori immobiliare e  finanziario, nonché di  rapporti  privilegiati  con istituti  di  credito  bancari, presta consulenza in merito  a tutte le questioni  di  diritto pubblico  e privato inerenti  operazioni di  sviluppo immobiliare  e finanziario,   in  ambito  nazionale e internazionale.

L’attività  viene svolta sia attraverso l’individuazione per conto  del  committente di immobili  di  pregio, terreni  edificabili, complessi industriali, o turistici, che non vengono pubblicizzati per il  rispetto  della privacy  del  cliente,  finalizzata alle gestione, o  all’acquisto; sia attraverso la prospettazione, grazie ai  propri partner,  delle migliori proposte di  finanziamento  ad erogazione dell’importo  concesso, redazione degli  accordi  e  contratti  che disciplinino e garantiscano il  buon  esito dell’operazione ed i rapporti  tra le parti.

Partner dello  studio  sono i migliori intermediari immobiliari indipendenti ed analisti  finanziari con  esperienza ultraventennale nel  settore.

Affidarsi  allo  studio  e non solo  ad una agenzia immobiliare significa oltre che garantire la propria privacy,  avere certezze e garanzie anche in  ordine alle questioni  giuridiche connesse all’acquisto di  beni  sia pubblici  che privati, oltre che risparmiare in termini  di  tempo  e denaro.

E’ disponibile una assistenza online per avere più informazioni sullo sviluppo immobiliare e finanziario.

Categorie
acquisizione-e-cessioni-immobiliari

Revoca della compravendita

Revoca della compravendita

La revoca della compravendita è una fattispecie che può  verificarsi  in  due situazioni previste dall’art.2901 del  codice civile:

– per gli atti a titolo gratuito:  quali ad esempio donazioni, fondi patrimoniali, vendite  indirette (ovvero senza il pagamento effettivo del prezzo),  se l’atto dispositivo è successivo al debito, il creditore non sarà tenuto a dimostrare la mala  fede di chi ha ricevuto l’immobile,  dovendo  fornire esclusivamente la prova che il debitore poteva conoscere il  pregiudizio provocato al creditore con l’atto a titolo gratuito; se la donazione è successiva alla contrazione del  debito,  il creditore dovrà provare anche  il “consilium fraudis”,  ovvero fornire la dimostrazione  che l’atto è stato intenzionalmente realizzato allo scopo di sottrarre l’immobile alle ragioni del futuro creditore.

– per gli atti a titolo oneroso: vendite o atti con corrispettivo economico,  il creditore, invece,  è  tenuto a dimostrare che l’acquirente  conosceva il pregiudizio  a lui arrecato, circostanza difficile da conoscere e dimostrare, la cui prova solitamente  è fornita attraverso indizi quali:  il prezzo irrisorio, il mancato pagamento dello stesso, il rapporto di parentela, o coniugio tra le parti.

Se hai bisogno di supporto giuridico in tema di revoca della compravendita, puoi prenotare un appuntamento con l’Avv. Gianluca Sposato esperto in diritto immobiliare al numero 06.3217639, o se preferisci è possibile richiedere una consulenza online

Categorie
acquisizione-e-cessioni-immobiliari

Procedimenti di convalida di sfratto

Procedimenti di convalida di sfratto

Sfratto per morosità

Lo  sfratto  per morosità  si rende l’unica strada percorribile per il  proprietario  di un immobile quando  l’inquilino ritarda più  di  20  giorni nel pagamento di solo un  canone di locazione, o  non paga la sua quota di  spese condominiali per un  ammontare di  due canoni  di  locazione e non vi sono garanzie a copertura di eventuali inadempienze contrattuali, quali ad esempio fideiussioni personali, o bancarie,  di  qui  l’importanza di  farsi  assistere nella redazione di un  contratto  di  affitto sempre da un bravo  avvocato. 

Procedura per convalida di  sfratto

Il locatore,  di  fronte all’inquilino moroso o  inadempiente,  dovrà rivolgersi  ad un  avvocato  e  ricorrere, ai  sensi  dell’articolo 658  del  codice di procedura civile, alla procedura speciale per convalida di sfratto, chiedendo un provvedimento esecutivo: l’ intimazione di convalida di sfratto per morosità, con cui il giudice dichiara che il contratto di affitto stipulato formalmente risolto, ordinando all’inquilino di lasciare l’appartamento immediatamente, oppure entro una certa data.

A questo punto non  dovrebbero  esservi  problemi  per il  rilascio  dell’immobile, tuttavia se l’inquilino si  dovesse rendere inadempiente e decidesse di non lasciare l’appartamento, bisognerà  ricorrere ancora al il giudice affinché intervenga nuovamente,  ordinando di liberare l’appartamento mediante la forza pubblica.

Spese per morosità dell’inquilino

Problema a parte si pone in ordine alle spese sostenute e quelle da recuperare per la morosità  dell’inquilino,  stante la scarsa garanzia e tutela normativa a favore dei proprietari  di  beni immobili  nel  nostro ordinamento  giuridico,  facile bersaglio  del  fisco  e mai sufficientemente tutelati di  fronte all’autorità  giudiziaria per l’affermazione dei  propri  diritti ove non  adeguatamente consigliati  ed assistiti.

Se hai bisogno di supporto giuridico in tema di procedimento di convalida di sfratto, puoi prenotare un appuntamento con l’Avv. Gianluca Sposato esperto in diritto immobiliare al numero 06.3217639, o se preferisci è possibile richiedere una consulenza online